Le scuole hanno le fasce, ma i dirigenti scolastici non hanno il visto ai contratti stipulati quest’anno e nemmeno gli arretrati!

0
261

Martedì 21 febbraio c.a., molti Dirigenti Scolastici hanno appreso dai giornali, con tanto di elenchi di nomi e cognomi, che gli incarichi sulle rispettive sedi scolastiche non hanno ricevuto il previsto parere di conformità da parte della Corte dei Conti.

I rilievi fatti riguardano :

  • il medesimo numero di protocollo per tutti gli incarichi;

  • incarichi con efficacia retroattiva;

  • ritardo di due mesi nella trasmissione degli gli atti.

E non si tratta di un episodio isolato.

Nell’ultima riunione, sempre il 21 febbraio, ci tocca apprendere che altri errori e approssimazioni hanno determinato che i Contratti Integrativi Regionali per l’attribuzione della retribuzione di posizione e di risultato degli ultimi tre anni sono stati, per l’ennesima volta, respinti dall’UCB con nuovi rilievi contabili.

Tra conflitti istituzionali, ritardi nella produzione degli atti, errori di forma e di calcolo, i dirigenti scolastici sono gli unici a rimetterci perché privi del legittimo stipendio.

La FLC CGIL denuncia da tempo e con forza questi problemi, scontrandosi con un muro di gomma innalzato da una direzione che interpreta la funzione Amministrativa come mera esecuzione di direttive, riducendo il confronto con i lavoratori a pochi e isolati momenti, dove anche le informative sono parziali e confuse, tant’è che anche in questo caso abbiano dovuto chiedere documentazione con atto formale.

Non è più possibile continuare così.

I dirigenti scolastici della Campania pretendono il rispetto del contratto di lavoro, il corretto inquadramento economico e tutti gli arretrati dovuti, così come essi stessi, ogni giorno garantiscono l’esercizio fondamentale del diritto all’istruzione di bambini e ragazzi sul territorio campano.

FLC CGIL Campania

Il Segretario Generale

F.to Enrico Grillo