20100926 Società – Il Presidente Napolitano inaugura l’anno scolastico: “sanare squilibri, disparità, disuguaglianze […] priorità della ricerca e dell’istruzione nella ripartizione delle risorse”

0
143

26 settembre 2010

di Mirella Bocchicchio

All’inaugurazione dell’anno scolastico Napolitano critica i tagli della Gelmini alle spese per l’istruzione. «La scuola italiana deve cambiare», è un bisogno che «c’era e che c’è». Ma il cambiamento va fatto con «il più ampio consenso possibile» e occorre «riformare con giudizio»: non tagli indiscriminati, dunque, su scuola università e ricerca, ma bisogna invece «sanare squilibri, disparità, disuguaglianze che si presentano anche nell’istruzione che, al contrario, dovrebbe proprio servire a colmare le disuguaglianze».

«Nel portare avanti l’impegno comune e categorico per la riduzione del debito pubblico bisogna riconoscere la priorità della ricerca e dell’istruzione nella ripartizione delle risorse pubbliche disponibili».

vai all’intervento di Napolitano

 

 


26 settembre 2010

di Mirella Bocchicchio

All’inaugurazione dell’anno scolastico Napolitano critica i tagli della Gelmini alle spese per l’istruzione. «La scuola italiana deve cambiare», è un bisogno che «c’era e che c’è». Ma il cambiamento va fatto con «il più ampio consenso possibile» e occorre «riformare con giudizio»: non tagli indiscriminati, dunque, su scuola università e ricerca, ma bisogna invece «sanare squilibri, disparità, disuguaglianze che si presentano anche nell’istruzione che, al contrario, dovrebbe proprio servire a colmare le disuguaglianze».

«Nel portare avanti l’impegno comune e categorico per la riduzione del debito pubblico bisogna riconoscere la priorità della ricerca e dell’istruzione nella ripartizione delle risorse pubbliche disponibili».

vai all’intervento di Napolitano