20100420 FLC – La FLC Campania mobilitata contro la politica governativa di continuo impoverimento della formazione pubblica

0
131

20 aprile 2010

A partire dal 26 aprile una settimana di mobilitazione della FLC Campania

I settori della conoscenza sono al centro di un attacco violento da parte del Governo, che taglia l’occupazione, riduce l’offerta formativa e di ricerca, mortifica e marginalizza il ruolo e la funzione delle istituzioni, e, attraverso i tagli ai finanziamenti, le mette in condizioni di non poter gestire persino l’ordinaria amministrazione.

In gioco è la stessa sopravvivenza del sistema pubblico della conoscenza al  servizio di tutti i cittadini.

Il disegno di legge sull’università che il governo vuol far approvare dal Parlamento cancella l’autonomia e gererchizza gli atenei.

Nella scuola continuano i tagli: il prossimo anno scolastico 25.600 docenti e 15.600 ATA in meno, che si aggiungono ai  42.100 posti di docenti e 15.167 ATA già tagliati quest’anno. In due anni cancellati quasi centomila posti di lavoro con effetti devastanti sul personale e sulla qualità del servizio. La Campania e le altre regioni del Mezzogiorno le più colpite.

Conferenza stampa della FLC Campania di denunzia della situazione e di illustrazione delle iniziative di lotta giovedì 22 ore 15, sede CGIL Regionale, via Torino, 16, Salone “G. Federico”, Napoli

 

 

20 aprile 2010

A partire dal 26 aprile una settimana di mobilitazione della FLC Campania

I settori della conoscenza sono al centro di un attacco violento da parte del Governo, che taglia l’occupazione, riduce l’offerta formativa e di ricerca, mortifica e marginalizza il ruolo e la funzione delle istituzioni, e, attraverso i tagli ai finanziamenti, le mette in condizioni di non poter gestire persino l’ordinaria amministrazione.

In gioco è la stessa sopravvivenza del sistema pubblico della conoscenza al  servizio di tutti i cittadini.

Il disegno di legge sull’università che il governo vuol far approvare dal Parlamento cancella l’autonomia e gererchizza gli atenei.

Nella scuola continuano i tagli: il prossimo anno scolastico 25.600 docenti e 15.600 ATA in meno, che si aggiungono ai  42.100 posti di docenti e 15.167 ATA già tagliati quest’anno. In due anni cancellati quasi centomila posti di lavoro con effetti devastanti sul personale e sulla qualità del servizio. La Campania e le altre regioni del Mezzogiorno le più colpite.

Conferenza stampa della FLC Campania di denunzia della situazione e di illustrazione delle iniziative di lotta giovedì 22 ore 15, sede CGIL Regionale, via Torino, 16, Salone “G. Federico”, Napoli