20090319 FLC -18 marzo: sciopero generale dei lavoratori della conoscenza. RESOCONTO MANIFESTAZIONE

0
484

19 marzo 2009

Tanti sono stati i lavoratori della conoscenza a sflilare per le strade di Napoli, tradizionalmente riservate ai cortei, per lo sciopero proclamato dalla Federazione Lavoratori della Conoscenza (FLC) della CGIL per i comparti della scuola, università, ricerca, conservatori ed accademie.

Il corteo, colorato e vivace, è partito da piazza Mancini aperto da uno striscione con la scritta “più conoscenza=più diritti” ed è stato contraddistinto dai grossi palloni che ormai tradizionalmente fanno parte delle manifestazioni della FLC.

I lavoratori delle varie province della Campania hanno sfilato dietro ai rispettivi striscioni preceduti da quello della FLC Campania.

Presenti delegazioni delle altre Categorie della CGIL (FILCAMS) e delle Camere del Lavoro (Benevento) e gli operai FIOM dell’Alfa Romeo di Pomigliano d’Arco con le loro magliette “Pomigliano non si tocca”.

Hanno sfilato anche gli studenti medi ed universitari (hanno ufficialmente aderito l’Unione degli Studenti (UDS) e l’Unione degli universitari (UDU)) ed i genitori (ha aderito il Coordinamento dei Genitori Democratici).

Nel Corteo anche Angela Cortese (assessore all’Istruzione della Provincia di Napoli) e Gioia Rispoli (assessore all’Istruzione Comune di Napoli).

I giorni scorsi aveva aderito con un comunicato Corrado Gabriele (assessore all’Istruzione Regione Campania).

La manifestazione si è conclusa in piazza del Gesù con i comizi finali di Wolfango Pirelli (Segretario nazionale FLC), Giuseppe Vassallo (Segretario generale FLC Campania), Sebastiano D’Onofrio (RSU FIOM Alfa Romeo Pomigliano d’A.), Angelo (UDS), Chiara e Roberta (universitarie, rispettivamente dell’Onda e dell’UDU), Antonella e Rossella (precarie della scuola), Cinzia Olivieri (Coordinamento genitori Democratici)

vai al comunicato di D. Pantaleo – Segretario generale FLC

vai alle foto della manifestazione

vai alle foto della manifestazione (aggiornamento del 27 marzo)

19 marzo 2009

Tanti sono stati i lavoratori della conoscenza a sflilare per le strade di Napoli, tradizionalmente riservate ai cortei, per lo sciopero proclamato dalla Federazione Lavoratori della Conoscenza (FLC) della CGIL per i comparti della scuola, università, ricerca, conservatori ed accademie.

Il corteo, colorato e vivace, è partito da piazza Mancini aperto da uno striscione con la scritta “più conoscenza=più diritti” ed è stato contraddistinto dai grossi palloni che ormai tradizionalmente fanno parte delle manifestazioni della FLC.

I lavoratori delle varie province della Campania hanno sfilato dietro ai rispettivi striscioni preceduti da quello della FLC Campania.

Presenti delegazioni delle altre Categorie della CGIL (FILCAMS) e delle Camere del Lavoro (Benevento) e gli operai FIOM dell’Alfa Romeo di Pomigliano d’Arco con le loro magliette “Pomigliano non si tocca”.

Hanno sfilato anche gli studenti medi ed universitari (hanno ufficialmente aderito l’Unione degli Studenti (UDS) e l’Unione degli universitari (UDU)) ed i genitori (ha aderito il Coordinamento dei Genitori Democratici).

Nel Corteo anche Angela Cortese (assessore all’Istruzione della Provincia di Napoli) e Gioia Rispoli (assessore all’Istruzione Comune di Napoli).

I giorni scorsi aveva aderito con un comunicato Corrado Gabriele (assessore all’Istruzione Regione Campania).

La manifestazione si è conclusa in piazza del Gesù con i comizi finali di Wolfango Pirelli (Segretario nazionale FLC), Giuseppe Vassallo (Segretario generale FLC Campania), Sebastiano D’Onofrio (RSU FIOM Alfa Romeo Pomigliano d’A.), Angelo (UDS), Chiara e Roberta (universitarie, rispettivamente dell’Onda e dell’UDU), Antonella e Rossella (precarie della scuola), Cinzia Olivieri (Coordinamento genitori Democratici)

vai al comunicato di D. Pantaleo – Segretario generale FLC

vai alle foto della manifestazione

vai alle foto della manifestazione (aggiornamento del 27 marzo)