20081009 DS – Anche i Dirigenti scolastici scioperano con gli altri lavoratori della scuola. Anticipato lo sciopero al 30 ottobre. Confermata la manifestazione nazionale a Roma del 15 ottobre

0
160

9 ottobre 2008

I Dirigenti Scolastici scioperano con tutto il mondo della scuola il 30 ottobre 2008, contro le politiche dei tagli, per il Contratto dell’Area V, per l’equiparazione retributiva.

COMUINICATO UNITARIO

FLC Cgil CISL Scuola SNALS Confsal, essendo stato deciso da FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, SNALS Confsal e Gilda Unams lo sciopero generale nazionale dell’intero Comparto della scuola per il 30 ottobre 2008, hanno comunicato agli Organi competenti che lo sciopero già proclamato per il 31 ottobre 2008 è anticipato al giorno prima, 30 ottobre.

Accanto alle motivazioni che si sono aggiunte, e cioè la necessità di contrastare la negativa politica governativa dei tagli e di destrutturazione della scuola pubblica, rimangono ferme le rivendicazioni che stanno alla base dello sciopero dei Dirigenti Scolastici: emanazione dell’Atto di indirizzo per l’avvio delle trattative del Contratto nazionale 2006-2009 scaduto da 33 mesi, l’equiparazione retributiva alle altre dirigenze di stato.
Rimane confermata la
manifestazione dei Dirigenti Scolastici del 15 ottobre sotto il Ministero dell’Economia e della Funzione pubblica per la specifica rivendicazione dell’equiparazione retributiva da realizzare, secondo l’ordine del giorno governativo del 29 luglio 2008, nell’ambito del quadriennio contrattuale 2006-2009.

Roma, 9 ottobre 2008

 

9 ottobre 2008

I Dirigenti Scolastici scioperano con tutto il mondo della scuola il 30 ottobre 2008, contro le politiche dei tagli, per il Contratto dell’Area V, per l’equiparazione retributiva.

COMUINICATO UNITARIO

FLC Cgil CISL Scuola SNALS Confsal, essendo stato deciso da FLC Cgil, CISL Scuola, UIL Scuola, SNALS Confsal e Gilda Unams lo sciopero generale nazionale dell’intero Comparto della scuola per il 30 ottobre 2008, hanno comunicato agli Organi competenti che lo sciopero già proclamato per il 31 ottobre 2008 è anticipato al giorno prima, 30 ottobre.

Accanto alle motivazioni che si sono aggiunte, e cioè la necessità di contrastare la negativa politica governativa dei tagli e di destrutturazione della scuola pubblica, rimangono ferme le rivendicazioni che stanno alla base dello sciopero dei Dirigenti Scolastici: emanazione dell’Atto di indirizzo per l’avvio delle trattative del Contratto nazionale 2006-2009 scaduto da 33 mesi, l’equiparazione retributiva alle altre dirigenze di stato.
Rimane confermata la
manifestazione dei Dirigenti Scolastici del 15 ottobre sotto il Ministero dell’Economia e della Funzione pubblica per la specifica rivendicazione dell’equiparazione retributiva da realizzare, secondo l’ordine del giorno governativo del 29 luglio 2008, nell’ambito del quadriennio contrattuale 2006-2009.

Roma, 9 ottobre 2008